Il 28 marzo 2017 è stata costituita la Fondazione Fondo per le vittime dell’amianto, in breve Fondazione EFA. Esso crea la base per offrire, alle persone danneggiate dall’amianto e ai loro familiari, un aiuto rapido, equo e senza burocrazia. L’organizzazione della fondazione procede bene. Dal 3 luglio potranno essere erogate le prime prestazioni. Un Care-Service offre inoltre un sostegno psicologico.

Il Care-Service – per una miglior assistenza psicologica

Le vittime dell’amianto beneficiano oggi di buone cure mediche. L’assistenza psicosociale ai diretti interessati e ai loro familiari è tuttavia perlopiù insufficiente. La Fondazione EFA ha pertanto istituito, in collaborazione con la Verein LUNGE ZÜRICH, un Care-Service gratuito. Il personale specializzato e formato del medesimo offre un sostegno individuale e competente ai diretti interessati e ai loro familiari – avendo riguardo per il loro contesto sociale e culturale – riguardo alle domande che si pongono in relazione a una malattia causata dall’amianto. Dovranno farvi seguito ulteriori progetti nella Svizzera tedesca, nella Svizzera romanda e in Ticino, sviluppati congiuntamente con le leghe polmonari regionali. Tutte le offerte saranno finanziate dalla fondazione.

Sostegno finanziario – per persone che si sono ammalate di mesotelioma causato dall’amianto

Le persone che, dal 2006 in poi, si sono ammalate di tumore maligno nella regione dell’addome o del petto (mesotelioma) o i loro familiari possono richiedere un sostegno finanziario alla Fondazione EFA. L’offerta è rivolta anzitutto alle persone il cui mesotelioma non è riconosciuto come malattia professionale. La portata del sostegno è orientata alle prestazioni corrisposte dall’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni (LAINF) alle pazienti e ai pazienti affetti da una malattia professionale riconosciuta causata dall’amianto.

A determinate condizioni, sono previste prestazioni anche per le persone il cui mesotelioma è riconosciuto come malattia professionale. Si garantisce così che i non assicurati LAINF e gli assicurati LAINF ricevano un sostegno equivalente. Fintantoché la fondazione non disporrà di mezzi sufficienti, in una prima fase, saranno indennizzate quelle persone affette da mesotelioma non riconosciuto come malattia professionale. Possono tuttavia annunciarsi sin d’ora tutte le persone malate di mesotelioma. Chi intende fruire di una prestazione finanziaria rinuncia, quale contropartita, a ulteriori pretese.

Modo di procedere per far valere il diritto al sostegno e alle prestazioni

I moduli di richiesta per un sostegno finanziario, l’iscrizione al Care Service nonché tutte le ulteriori informazioni concernenti la fondazione, le sue prestazioni ed offerte sono disponibili all’indirizzo fondazione-efa.ch oppure tramite la Fondazione Fondo per le vittime dell’amianto (EFA), Monbijoustrasse 61, casella postale, 3000 Berna 23, 041 418 89 79, info@stiftung-efa.ch.

 

Indirizzo per ulteriori informazioni:

Benjamin Schlesinger, responsabile del progetto EFA, tel. 079 800 60 20
Urs Berger, Presidente Fondazione EFA, tel. 031 389 60 40

Editore

Fondazione Fondo per le vittime dell’amianto (EFA)
Monbijoustrasse 61
Casella postale, 3000 Berna 23
T 041 418 89 79
info@stiftung-efa.ch
fondazione-efa.ch

La Fondazione Fondo per le vittime dell’amianto

Ancora oggi circa 120 persone per anno si ammalano in Svizzera di tumore maligno, causato dall’amianto, nella regione dell’addome o del petto (mesotelioma) poiché, molto tempo prima, hanno inalato delle fibre d’amianto. Un numero considerevole di queste persone non riceve nessuna prestazione adeguata da parte delle assicurazioni sociali.

Per aiutare queste persone rapidamente e senza burocrazia, il 28 marzo 2017 è stata costituita la Fondazione Fondo per le vittime dell’amianto, in breve Fondazione EFA. Si tratta di un’iniziativa privata congiunta di associazioni e imprese. Il finanziamento avviene su base volontaria.