SOSTEGNO FINANZIARIO

Le persone o i congiunti di persone che, a partire dal 2006, si siano ammalate di mesotelioma dovuto all’amianto possono richiedere un sostegno finanziario alla Fondazione EFA, indipendentemente dal fatto che si tratti o meno di una malattia professionale riconosciuta. Ciò significa che possono richiedere un sostegno anche le vittime dell’ amianto che si ammalano dimostratamente di un mesotelioma causato in Svizzera e non ricevono prestazioni dall’assicurazione contro gli infortuni prevista dalla legge (LAINF). L’ammontare del sostegno nel singolo caso dipende dalle prestazioni che l’assicurazione contro gli infortuni obbligatoria (LAINF) eroga oggi per un mesotelioma riconosciuto come malattia professionale.

Le prestazioni della Fondazione EFA sono rivolte in primo luogo alle persone la cui patologia tumorale (mesotelioma) non è correlata all’esposizione all’amianto per motivi professionali. Tuttavia, anche le persone il cui mesotelioma è riconosciuto come malattia professionale possono ricevere prestazioni dalla Fondazione EFA, a condizione che la malattia sia comparsa a partire dal 2006 e che fino ad ora non abbiano ricevuto un’indennità per menomazione dell’integrità dell’80%.

Chi riceve prestazioni finanziarie della Fondazione EFA rinuncia come contropartita a far valere pretese nei confronti di imprese o assicurazioni.

 

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA PER PRESTAZIONI FINANZIARIE DELLA FONDAZIONE EFA?

  • Le persone che si sono ammalate di mesotelioma dimostratamente causato dall’amianto in Svizzera
  • Il coniuge
  • Il/la partner convivente in unione domestica registrata
  • Il/la partner che abbia convissuto con la persona che si è malata ininterrottamente negli ultimi cinque anni
    e fino alla sua morte
  • I figli
  • Persona o ente autorizzata dall’avente diritto

 

 

ECCO COME RICHIEDERE LE PRESTAZIONI DELLA FONDAZIONE EFA

QUESTI I DOCUMENTI NECESSARI PER LA SUA DOMANDA

  • Il modulo di domanda compilato in tutte le sue parti e firmato
  • Il libretto di famiglia
  • Gli atti dell’assicuratore LAINF, ad es. la relativa decisione
  • Se la persona che si era ammalata è deceduta: un elenco ufficiale degli eredi
  • In caso di domanda a nome di una comunità ereditaria: una procura, firmata da tutti gli eredi, la quale
    attesti che il richiedente è autorizzato a rappresentare la comunità ereditaria nei confronti della Fondazione EFA e a ricevere eventuali indennità

Una checklist per le vittime il cui mesotelioma è riconosciuto come malattia professionale può essere scaricata qui.

DOWNLOAD CHECKLIST

 

SE LA SUA MALATTIA DA MESOTELIOMA NON È STATA RICONOSCIUTA COME MALATTIA PROFESSIONALE DALL’ASSICURATORE INFORTUNI, NECESSITA DEI SEGUENTI DOCUMENTI AGGIUNTIVI

  • Se, secondo le normative vigenti, il mesotelioma della vittima non è riconosciuto da un assicuratore infortuni come malattia professionale: un estratto completo del conto individuale della persona in questione (disponibile presso la cassa di compensazione AVS); un elenco dei luoghi, delle modalità e dei periodi in cui la persona in questione è venuta in contatto con l’amianto; i rapporti medici dal momento in cui è comparsa la malattia

Una checklist per le vittime il cui mesotelioma non è riconosciuto come malattia professionale può essere scaricata qui.

DOWNLOAD CHECKLIST

 

Potete scaricare il vostro modulo di domanda cliccando sul pulsante sottostante. Lo compili nella sua interezza e lo invii stampato e firmato unitamente a tutti i documenti necessari all’indirizzo riportato sul modulo.

Download MODULO DI DOMANDA

 

DA TENERE PRESENTE

In qualità di richiedente lei è tenuto a reperire tutti i documenti necessari. Il Service Center Assistenza non disporrà alcuna indagine in via autonoma. Accetterà chiarimenti in merito ai servizi da prestare solo nel caso in cui la sua domanda sia stata presentata con tutti i documenti necessari.

 

 

CONTATTI

COME CONTATTARE IL SERVICE CENTER Assistenza

Per telefono (dal lunedì al venerdì): +41 (0)41 418 89 79
Mattina:           ore 08:00 – 12:00
Pomeriggio:   ore 13:30 – 17:00

Per mail:  gesuche@stiftung-efa.ch