FONDAZIONE FONDO PER LE VITTIME DELL’AMIANTO EFA

AIUTO VITALE PER LE VITTIME DELL’AMIANTO E I CONGIUNTI

Per molto tempo l’amianto è stato considerato il materiale del futuro. Purtroppo solo troppo tardi ci si è resi conto che l’esposizione all’amianto può arrecare seri danni. In Svizzera, ogni anno circa 120 persone si ammalano di mesotelioma maligno, un tumore che colpisce in particolare il peritoneo o la pleura, poiché in passato hanno inalato fibre d’amianto in quantità pericolose per la salute.

Al fine di offrire un aiuto celere e senza complicazioni burocratiche alle persone affette da mesotelioma e ai loro familiari, è stata istituita la Fondazione Fondo per le vittime dell’amianto, in breve Fondazione EFA. I criteri di eleggibilità e l’idoneità vengono verificati caso per caso dal Service Center Assistenza della Fondazione EFA e attentamente valutati e liquidati sulla scorta del Regolamento per l’indennità della Fondazione.

ECCO COME LA FONDAZIONE EFA SUPPORTA I PAZIENTI E I LORO FAMILIARI

 

  • Sostegno finanziario: Possono presentare richiesta di supporto finanziario alla Fondazione EFA le persone colpite da mesotelioma maligno dimostrabilmente causato dall’amianto in Svizzera dal 2006. I pazienti hanno diritto all’indennizzo a prescindere dal fatto che abbiano contratto la malattia durante lo svolgimento di un’attività lavorativa o in ambito privato. Vengono tuttavia attribuite le prestazioni dell’assicurazione contro gli infortuni. Allo stesso modo, anche i congiunti possono richiedere un supporto.

  • Care-Service: In collaborazione con Lega polmonare ticinese, LUNGE ZÜRICH e Ligue pulmonaire vaudoise, la Fondazione EFA offre sostegno psicosociale a tutte le persone colpite da patologie causate dall’amianto, ai loro familiari e ai soggetti interessati.

Nell’ambito dell’attualità relativa a morti sospette tra ex dipendenti delle officine ferroviarie e idroelettriche in Ticino, la Fondazione EFA è stata più volte citata dai media della Svizzera italiana come istituzione che offre alle vittime una consulenza finanziaria e psicosociale gratuita attraverso della Lega polmonare ticinese. Per saperne di più

La rivista «Il Caffè» ha dedicato particolare attenzione alla Fondazione EFA e al suo impegno. L’articolo racconta anche l’esperienza di un parente. Per saperne di più

La rivista «Beobachter» ha dedicato un articolo a un congiunto di una vittima dell’amianto. Il contributo descrive come la Fondazione EFA sostenga di fatto le persone colpite e i congiunti delle vittime. Inoltre, il presidente del Consiglio di fondazione dell’ente, Urs Berger, rivolge un rinnovato appello al settore dell’economia al fine di sensibilizzare le aziende riguardo alla loro responsabilità. Per saperne di più

Il comunicato stampa della Fondazione EFA relativo al versamento di 1,4 milioni di franchi ha sollevato un grande interesse mediatico. Per saperne di più

La Fondazione Fondo per le vittime dell’amianto EFA ha approvato il pagamento entro la fine dell’anno di una somma pari a 1,4 milioni di franchi a favore di 23 superstiti delle vittime dell'amianto. Per poter aumentare ulteriormente il suo capitale, la Fondazione EFA si appella all’economia e all'industria per ulteriori donazioni. Per saperne di più